Fruit Company
WELCOME

Perché mi sento male dopo aver mangiato carboidrati sulla keto: Perché mi sento così male dopo aver mangiato carboidrati?

In alcune persone, mangiare anche piccole quantità di certi carboidrati può causare gonfiore, affaticamento, crampi addominali, cattiva digestione e bruciori di stomaco. Cos'è esattamente l'intolleranza ai carboidrati? In parole povere, è l'incapacità del tuo corpo di metabolizzare normalmente i carboidrati.

A volte, mangiare carboidrati durante una dieta keto vi farà ammalare.

L'influenza cheto è un termine usato per descrivere sintomi simili all'influenza associati all'inizio della dieta chetogenica a basso contenuto di carboidrati.

Quando torni a mangiare carboidrati dopo il keto, potresti sentirti più affamato dopo i tuoi pasti a causa dei cibi che stai mangiando.

Mentre la nausea durante la dieta cheto può essere un sintomo dell'influenza cheto, c'è un'altra grande ragione per cui le persone che seguono una dieta chetogenica possono sentirsi male.

Per esempio: se hai bisogno di mangiare meno di 20 grammi di carboidrati al giorno per rimanere sul keto, un pasto cheat con 20 o più grammi di carboidrati probabilmente ti farà cadere dal carro. Questo piano alimentare ad alto contenuto di grassi e basso contenuto di carboidrati ha guadagnato un seguito importante negli ultimi anni per aiutare le persone a perdere peso velocemente.

La prima cosa da ricordare su Paleo e la "carb flu" è che Paleo non è una dieta a basso contenuto di carboidrati.

Mentre va benissimo indulgere di tanto in tanto, mangiare una grande quantità di carboidrati dopo aver seguito una dieta chetogenica per un po' può far sì che alcune persone non si sentano bene.

Cos'è la sensibilità ai carboidrati?

La sensibilità ai carboidrati è un termine colloquiale usato per descrivere la sensibilità all'insulina. Quando il tuo corpo è adeguatamente sensibile all'insulina (cioè un'alta sensibilità insulinica), puoi utilizzare efficacemente lo zucchero nel tuo sangue, consegnandolo alle cellule per usarlo come energia.

Come si inverte la sensibilità ai carboidrati?

Gli alimenti che contengono sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, destrosio e persino zucchero grezzo dovrebbero essere mangiati con parsimonia. Invece, attenetevi a cibi con carboidrati più complessi, come cereali integrali, fagioli e legumi, frutta e verdura. Lasciate che i cibi densi di sostanze nutritive regnino. Mangiate più spesso, non meno.

In alcune persone, mangiare anche piccole quantità di certi carboidrati può causare gonfiore, affaticamento, crampi addominali, cattiva digestione e bruciori di stomaco. Ci sono anche molte persone che pensano che mangiare carboidrati più bassi, aggiungendo grassi di buona qualità e proteine con un sacco di verdure biologiche (in essenza Paleo) sia sufficiente o più facile della keto.

Sembra quasi controintuitivo all'inizio, ma mangiare più grassi sani aiuterà ad accelerare il processo di chetosi e a far sì che il tuo corpo inizi a bruciare efficacemente i grassi come combustibile.

Molte persone sperimentano più energia e chiarezza mentale dopo aver reintrodotto i carboidrati nella loro dieta a lungo o breve termine.

Nella dieta keto, una mela, con 21 grammi di carboidrati totali, può rappresentare l'intera quota di carboidrati per il giorno.

E a seconda di quanto tempo hai tagliato i carboidrati, potresti anche notare alcuni sintomi ripetuti di "influenza keto" quando riprendi la tua dieta keto.

L'intolleranza ai carboidrati può essere curata?

L'intolleranza ai carboidrati causata da malattie intestinali temporanee scompare quando la condizione viene trattata con successo. Nelle condizioni primarie, non esiste un trattamento per migliorare la capacità del corpo di produrre gli enzimi, ma i sintomi possono essere controllati dalla dieta.

Cosa succede quando si mangiano molti carboidrati dopo la chetosi?

Mangia troppi carboidrati e ti butterai fuori dalla chetosi. (I carboidrati aumentano i livelli di zucchero nel sangue e di insulina, mettendo fine alla combustione dei grassi e alla produzione di chetoni). [*]Sfortunatamente, questo potrebbe interferire con la tua perdita di peso, la perdita di grasso e altri obiettivi legati alla chetosi.

Puoi combattere l'influenza keto rimanendo idratato, sostituendo gli elettroliti, dormendo molto, evitando attività faticose, mangiando abbastanza grassi e tagliando i carboidrati lentamente nel tempo.

Quindi, in breve, il keto è una dieta a basso contenuto di carboidrati progettata per forzare il tuo corpo in chetosi.

Non c'è una definizione scientifica dell'influenza keto, ma è spesso descritta come sintomi simili all'influenza che iniziano subito dopo che una persona taglia i carboidrati in gran parte dalla sua dieta.

La transizione a una dieta molto povera di carboidrati può causare la voglia di cibi che sono limitati nella dieta chetogenica, come biscotti, pane, pasta e bagel.

I sintomi dell'intolleranza ai carboidrati includono, ma non sono limitati a: sonnolenza, sonnolenza, mancanza di concentrazione, sensazione di gonfiore dopo un pasto (specialmente uno contenente cibi dolci o amidi), sensazione di fame sempre, e sensazione di gambe o ginocchia deboli dopo aver mangiato.

Il limite di carboidrati per rimanere in chetosi è piuttosto basso, e mangiare zucchero può portarti fuori da questo stato di combustione dei grassi.

Se sei stato su keto e hai mangiato una dieta a basso contenuto di carboidrati per sei settimane o meno, c'è un'alta possibilità che tu sperimenti il dolore allo stomaco keto dopo aver mangiato carboidrati.

Così, la transizione a una dieta ad alto contenuto di grassi e a basso contenuto di carboidrati può essere una lotta per alcuni, mentre altri sono in grado di passare facilmente da una fonte di carburante all'altra con pochi o nessun sintomo di keto-flu.

La seconda ragione per il dolore allo stomaco keto dopo aver mangiato carboidrati è il tipo di carboidrati che stai mangiando. Tagliare lentamente i carboidrati, mentre si aumentano i grassi e le proteine nella dieta, può aiutare a rendere la transizione più fluida e a diminuire i sintomi della cheto-influenza.

Quali sono i sintomi dell'intolleranza ai carboidrati? L'intolleranza ai carboidrati è l'incapacità di digerire certi carboidrati a causa della mancanza di uno o più enzimi intestinali. I sintomi includono diarrea, distensione addominale e flatulenza. La diagnosi è clinica e tramite un test del respiro di idrogeno. Il trattamento è la rimozione del disaccaride causale dalla dieta.