Fruit Company
WELCOME

Perdita di peso per i pazienti con asma - La perdita di peso non chirurgica può aiutare i pazienti con asma?

Perdita di peso non chirurgica e controllo dell'asma. Sulla base delle osservazioni riportate, gli autori hanno suggerito che i pazienti obesi con asma potrebbero beneficiare della perdita di peso attraverso un miglioramento della meccanica polmonare e un migliore controllo dell'ostruzione delle vie aeree.

Perdere peso può aiutare a gestire i sintomi, ma il medico dovrebbe aiutarvi a creare un piano di perdita di peso sano.

Mentre non possiamo raccomandare la perdita di peso per l'asma specificamente nei pazienti sovrappeso e obesi, possiamo raccomandare la perdita di peso per questi pazienti in generale.

Questo studio, quindi, ha dimostrato che l'aumento di peso è associato a peggiori risultati di salute legati all'asma e, in linea con questo, che le strategie per prevenire l'aumento di peso nei pazienti con asma più grave possono portare a un migliore controllo dell'asma.

L'indice di massa corporea influenza la gravità dell'asma nelle donne?

Varraso R, Siroux V, Maccario J, et al. La gravità dell'asma è associata all'indice di massa corporea e al menarca precoce nelle donne. Am J Respir Crit Care Med. 2005;171:334-339. [PubMed] [Google Scholar] 5. Lugogo NL, Kraft M, Dixon AE. L'obesità produce un fenotipo di asma distinto? J Appl Physiol. 2010;108:729-734.

Quanto influisce il peso sul controllo dell'asma? Rispetto ai pazienti che hanno mantenuto il loro peso di base o hanno perso peso, i pazienti asmatici con un aumento di peso di 2,27 kg hanno riportato un controllo dell'asma più scadente, una peggiore qualità della vita e un maggior numero di scoppi di steroidi.

Haselkorn et al12 studiano, sulla base dei dati dello studio epidemiologia e storia naturale dell'asma: Outcomes and Treatment Regimens (TENOR) study, l'effetto del cambiamento di peso in un periodo di dodici mesi sul controllo dell'asma in pazienti con asma grave o difficile da trattare.

Questo studio relativamente precoce, quindi, suggerisce che la chirurgia bariatrica in pazienti morbosamente obesi con asma porta non solo alla perdita di peso, ma anche a un miglioramento significativo dei risultati di salute legati all'asma, anche se almeno alcuni degli effetti positivi possono essere spiegati principalmente dalla significativa perdita di peso.

La guida completa alla gestione dell'asma con la dieta, quali alimenti mangiare ed evitare per i pazienti con asma scoprire cosa lo scatena, come viene trattato, e come può essere prevenuto.

I pazienti che perdono peso tramite la dieta e l'esercizio fisico in genere sperimentano un miglioramento dei sintomi dell'asma.

Tutte le pubblicazioni identificate sono state valutate, e tutti i documenti identificati che riportavano misure di controllo dell'asma (compresi i sintomi, l'uso di farmaci per l'asma, il livello di funzione polmonare, la qualità della vita, e i marcatori di infiammazione delle vie aeree) dopo la perdita di peso relativa all'intervento sia non chirurgico che chirurgico sono stati inclusi nella presente revisione sistematica.

La perdita di peso migliora la funzione polmonare negli asmatici obesi? Risultati. Inoltre, la perdita di peso negli asmatici obesi è associata a miglioramenti nel livello di funzione polmonare e nella reattività delle vie aeree alla metacolina inalata, mentre nessun miglioramento significativo è stato osservato nell'ossido nitrico esalato o in altri marcatori di infiammazione eosinofila delle vie aeree.

Le ricerche su PubMed sono state effettuate utilizzando il seguente algoritmo di termini MeSH: asma, sintomi simili all'asma, controllo dell'asma, gestione dell'asma, gravità dell'asma, iperreattività delle vie aeree, compresa la chirurgia bariatrica, dieta, perdita di peso, obesità e sovrappeso.

I risultati di una piccola indagine indicano che la perdita di peso tra gli adulti obesi con asma sembra migliorare la gravità dei sintomi, l'iperreattività delle vie aeree e il controllo della malattia.

Pertanto, lo scopo del presente studio è stato quello di valutare l'impatto della perdita di peso in pazienti con asma grave associata all'obesità.

Risultati simili sono stati recentemente riportati da una revisione Cochrane volta a valutare l'effetto di vari interventi per la perdita di peso sulle misure di controllo dell'asma e la perdita di peso tra i pazienti sovrappeso o obesi con asma cronica 42. Studi precedenti (10, 42) hanno anche dimostrato miglioramenti clinici nell'asma dopo un programma di perdita di peso.

Gli studi futuri, si spera, aumenteranno la nostra conoscenza della complessa interazione tra obesità e asma, e forse definiranno un fenotipo distinto di obesità-asma, fornendoci le misure per migliorare lo stato di salute generale dei pazienti sovrappeso o obesi che presentano sintomi di asma, non ultimo con l'uso di strategie di trattamento mirate.

Se l'eccesso di peso non solo porta allo sviluppo dell'asma, ma ha anche un impatto negativo sulle manifestazioni cliniche dell'asma, compresi i sintomi e la risposta alla terapia, ci si può aspettare che la perdita di peso abbia l'effetto opposto o almeno che migliori lo stato clinico degli individui affetti da asma.

Come posso migliorare i miei sintomi dell'asma?

Perdere peso per migliorare i sintomi dell'asma. Ci sono prove che dimostrano che se si perde peso in eccesso ci sono benefici per l'asma. E anche solo mangiare in modo sano ed essere un po' più attivi ha dei benefici per la salute in generale. Noterai che i sintomi dell'asma migliorano. Questo significa che potresti sentirti meno senza fiato, meno affannato e tossire meno.

La perdita di peso può migliorare il controllo dell'asma nei pazienti obesi? Diversi studi hanno suggerito che la perdita di peso da chirurgia bariatrica migliora il controllo dell'asma nei pazienti obesi. Uno studio ha scoperto che le ricariche di farmaci sono diminuite fino al 50% dopo la chirurgia bariatrica.

La perdita di peso influenza l'asma?

La perdita di peso influenza l'asma? Diversi studi hanno suggerito che la perdita di peso da chirurgia bariatrica migliora il controllo dell'asma nei pazienti obesi. Uno studio ha scoperto che le ricariche di farmaci sono diminuite fino al 50% dopo la chirurgia bariatrica.

La perdita di peso è associata a peggiori risultati di salute legati all'asma?

Perdita di peso non chirurgica e controllo dell'asma. Questo studio, quindi, ha dimostrato che l'aumento di peso è associato a peggiori risultati di salute legati all'asma e, in linea con questo, che le strategie per prevenire l'aumento di peso nei pazienti con asma più grave possono portare a un migliore controllo dell'asma.

Un altro buon consiglio dietetico per i pazienti asmatici è quello di mangiare molti cibi ricchi di vitamina C. Evitare certe cose può ridurre drasticamente le possibilità di soffrire di un attacco d'asma.

È stato dimostrato che l'esercizio fisico regolare migliora non solo i sintomi dell'asma, ma anche i risultati dell'asma.

Diversi studi hanno suggerito che la perdita di peso dalla chirurgia bariatrica migliora il controllo dell'asma nei pazienti obesi.

In conclusione, gli individui in sovrappeso e obesi con asma sperimentano un alto tasso di remissione sintomatica e miglioramenti significativi nel controllo dell'asma, come valutato dai sintomi, dall'uso di farmaci, dalla funzione polmonare e dalle ospedalizzazioni, dopo la perdita di peso.

La perdita di peso sarebbe certamente una parte raccomandata di qualsiasi piano di trattamento di asma per qualcuno che è obeso, in particolare per i pazienti con asma scarsamente controllato che richiedono frequenti ospedalizzazioni, nota il dottor Western-style modelli alimentari e cuore - regimi sani come la dieta mediterranea nella gestione dell'asma.

Perdere peso può aiutarvi a ottenere un migliore controllo della vostra asma e ridurre la gravità degli attacchi, così come abbassare il rischio di una serie di altri problemi di salute. Gli studi pubblicati, inoltre, rivelano che la perdita di peso negli asmatici obesi migliora il controllo dell'asma, e che soprattutto la perdita di peso indotta chirurgicamente si traduce in miglioramenti significativi nella gravità dell'asma, nell'uso di farmaci per l'asma, nella dispnea, nella tolleranza all'esercizio e nelle esacerbazioni acute, comprese le ospedalizzazioni dovute all'asma.

Reddy et al28 hanno studiato gli effetti della chirurgia bariatrica sulla gravità dell'asma, definita come intensità della terapia dell'asma, in 2.562 pazienti che riferivano l'uso di farmaci per l'asma al basale.

Questo studio, quindi, illustra, anche se finora non supportato da altri studi, il ruolo importante per gli operatori sanitari nell'educare i loro pazienti con asma sull'importanza del controllo del peso, e nell'assistere e sostenere i loro pazienti in sovrappeso e obesi con asma nel fissare obiettivi di peso raggiungibili. Dodici mesi dopo l'intervento, i pazienti con asma hanno sperimentato miglioramenti significativi nel controllo dell'asma, nella qualità della vita legata all'asma, nel FEV1 e nel FVC; inoltre, è stato osservato un miglioramento significativo nella reattività delle vie aeree alla metacolina, mentre non sono stati osservati cambiamenti significativi nella maggior parte dei marcatori infiammatori, compresa la percentuale di eosinofili nel liquido di lavaggio broncoalveolare. La riduzione dell'intensità della terapia dell'asma era correlata alla presenza di disturbi del sonno e all'entità della perdita di peso nell'analisi univariata ma non nell'analisi multivariata.